Georgia Azoulay e Paolo Bellomo artisti in Residenza

Si avvia alla conclusione l’attraversamento degli artisti Georgia Azoulay (regista per il cinema e il teatro franco-americana) e Paolo Bellomo (drammaturgo e traduttore cresciuto a Bari e residente in Francia dal 2011), in questi giorni a Massafra, per il progetto di Residenze Artistiche Artisti nei Territori “Bildungsroman” 2021, a cura del Teatro delle Forche (Ministero della Cultura / Regione Puglia).

Azoulay e Bellomo sono a lavoro sul progetto BAGP 'Identification d'un retour (répertoire de chantsretrouvés)' a partire da un materiale sonoro e testuale.

Un passato impossibile da datare è tornato a galla attraverso alcuni canti in dialetto del Sud Italia. Canti di lutto di guerra e di gioia, che lasciano intravedere la storia quanto mai sfuggente e incasinata di una comunità che forse sopravvive ancora. Un etnomusicologo francese, discendente da quella comunità, prova a presentare al pubblico questo repertorio ritrovato, inedito. Ma il suo discorso scientifico sembra insufficiente a raccontare quella storia incerta. Il suo corpo e le sue emozioni sembrano non avere la distanza necessaria o averne troppa. Allora una specie di febbre da cantastorie, da conteur, da affabulatore, sembra assalire questo personaggio che si è troppo immedesimato, troppo perso in una storia che, proprio perché fondatrice, non può essere che leggenda, finzione, desiderio narrato.

Questi giorni di Residenza stanno risultando utili ai due artisti per scavare nella memoria di questo personaggio, per far emergere i ricordi più personali, più minuziosi che lo hanno spinto a mettersi lì sul palco col bisogno di riesumare canti e vicende. Il canovaccio esistente, scritto da Paolo Bellomo, a partire da canti composti assieme al compositore Jacopo Raffaele, è la base di lavoro per far lavorare l'immaginazione, per fare apparire fantasmi e desideri, per tirare i fili sconosciuti di questa storia fondatrice.

Il progetto prevede anche incontri gratuiti e momenti di coinvolgimento di spettatori, artisti e musicisti, tra i quali i coristi del Veris Chorus dell'associazione “Giardini musicali” di Daria Palmisano, e una restituzione aperta domani, sabato 6 novembre, alle ore 16.00, nell’ex chiesa di Sant’Agostino di Massafra.

Paolo Bellomo è libraio, traduttore e drammaturgo. È cresciuto a Bari arrangiandosi come poteva tra il dialetto e l'italiano di questa città. Vive in Francia dal 2011. Qui ha discusso una tesi di dottorato in letterature comparate in cui ha fatto dialogare i discorsi della traduzione letteraria occidentale. Continua a farlo traducendo teatro (Antonio Moresco, Emma Dante), romanzi (CéliaHoudart, Alessandro Robecchi, Charles Duchaussois), vecchi autori (Joris-Karl Huysmans, Pierre Loti, Guy de Maupassant) e poesia contemporanea (Patrizia Valduga), la maggior parte delle volte a quattro mani o in collettivo. Nel 2021, è diventato membro dell'OUTRANSPO (Ouvroir de TranslationPotencial). Fondatore e membro della compagnia Nostos tra il 2014 e il 2019, il suo lavoro teatrale spinge spesso a rimettere in causa, smontare, mostrare l'artificio delle narrazioni fondatrici e identitarie per poi riscriverle, farle dialogare col contemporaneo. Ha un piede nella musica (col complice di sempre Jacopo Raffaele), uno tra le nuvole e un terzo, come tutti, nella fossa.

Georgia Azoulay, franco-americana, è regista per il cinema e per il teatro. Essendosi formata come attrice, inizia a lavorare assieme a una famiglia di artisti dalla forte pluridisciplinarità. La sua prima regia teatrale, "Les Vagues", adattamento di Virginia Woolf, viene programmata al Théâtre de Belleville ed è salutata con calore dalla stampa.  Georgia si diverte a intrecciare il suo desiderio di teatro e di cinema. Incoraggiando questa voglia, il direttore del  Festival Côté Court di Pantin, le affida carta bianca per il progetto “Itinéraire d'une Jeune femme en peignoir”, cine-performance presentata assieme ad Alexandra d'Hérouville, attrice e amica. Alcune delle sue regie cinematografiche sono selezionate all'interno dello stesso festival. “J'airêvé à d'infinismouvements”, il suo ultimo film, riceve una menzione speciale della Giuria nell'edizione 2021. Ballerina sin dall'infanzia, in tutti i suoi lavori, Georgia Azoulay continua ad esplorare la nostra relazione al corpo, alla sensualità, al desiderio.

 Il progetto di Residenze Artistiche Artisti nei Territori “Bildungsroman” 2021, a cura del Teatro delle Forche, è iniziato a luglio e si concluderà nella prima metà di dicembre con il progetto di attraversamento VITA AMORE MORTE E RIVOLUZIONEdi Paola Di Mitri (regista, autrice e performer di teatro e di cinema).

In programma,tra novembre e dicembre, anche quattro spettacoli di compagnie pugliesi appartenenti alla rete regionale “Le vie dei teatri”: il 16 novembre, “Non tutti sanno che …” di ResExtensa Dance Company; il 24 novembre, “Se potessi volare” di TerramMare Teatro; il 30 novembre “Medea, Desír” di Astragali Teatro; il 5 dicembre “L’occasione” della CompagniaDiaghilev.

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 3246103258.

  • Creato il .
  • Visite: 44

Premio Palma Cito XII edizione, il bando!

È bandito il Premio:

“Teatro Scuola Cultura PALMA CITO - Città di Massafra” - XII Edizione 2021.
La partecipazione al Premio è gratuita e aperta a coloro che posseggono i requisiti elencati di seguito.

 
REQUISITI
Sono ammessi al Premio i giovani di età compresa tra i 16 e i 25 anni, residenti in Puglia.
Il Premio consiste nella totale copertura della quota di partecipazione al laboratorio teatrale intensivo per attori in formazione e aspiranti attori “Massafra – Diario della vita quotidiana” condotto da Paola Berselli e Stefano Pasquini della compagnia Teatro delle Ariette.
Al termine del laboratorio è prevista una dimostrazione al pubblico di quanto svolto nelle giornate di lavoro.
Per partecipare occorre inoltre essere muniti di Green Pass.
 
IL LABORATORIO
Il laboratorio “Massafra – Diario della vita quotidiana” sarà un percorso intensivo per cui è improrogabilmente richiesta una disponibilità full time degli orari di lavoro sotto indicati.
Non sappiamo se voi scrivete un diario, se lo custodite in segreto o lo condividete con gli amici più cari. Noi sì, lo facciamo, lo abbiamo fatto. Abbiamo tenuto un diario in momenti particolari della nostra vita, per esempio nel 2004 mentre creavamo uno spettacolo per il festival di Santarcangelo coltivando un campo di 6.000 metri quadrati, o nell'inverno tra il 2008 e il 2009, mentre svuotavamo la casa dei genitori di Paola che non c'erano più, o nell'estate 2019 per festeggiare i nostri trent'anni di matrimonio e di vita in campagna alle Ariette, la nostra casa-fattoria-teatro. Forse, in un certo senso, lo abbiamo fatto anche in altri momenti, creando spettacoli autobiografici che hanno fotografato altri passaggi importanti della nostra vita. Comunque lo abbiamo sempre fatto come gesto di condivisione. Non abbiamo mai pensato di tenere i nostri diari segreti, al contrario abbiamo sempre desiderato raccontare il nostro sguardo e i nostri pensieri più intimi agli altri, per riconoscerci in loro, instaurare un dialogo, costruire una comunità. Questo processo è quello che vi chiediamo di fare con noi in pochi giorni a Massafra: scrivere insieme un diario della vita quotidiana che vivremo tra l'1 e il 3 novembre, tagliarlo, montarlo e leggerlo ai vostri concittadini la sera del 4. Cercheremo di osservare la realtà che ci circonda, viverci dentro e provare a scrivere quello che viviamo, che ci tocca, ci colpisce e ci pone domande, scrivere mentre viviamo, per cercare un nuovo sguardo su di noi, sugli altri, sulla nostra città e sulla nostra vita quotidiana, apparentemente così normale e insignificante, ma in realtà così straordinaria.
DATE E ORARI del laboratorio
Il laboratorio si terrà da lunedì 1 Novembre a giovedì 4 Novembre 2021, presso il Teatro comunale di Massafra (TA), secondo i seguenti orari:
- 1/11: 10.00-12.00 (conoscenza e perlustrazione del territorio in esterno) e 15.00-18.00 (laboratorio).
- 2/11: 15.30-19.30 ( c/o Teatro comunale di Massafra)
- 3/11: 15.30-19.30 (scrittura c/o Teatro comunale di Massafra) e 21.30-00.00 (perlustrazione dopo cena by night in esterno).
- 4/11: dalle 15.00 in poi, fino alla restituzione finale.
PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE
Per candidarsi al Premio è necessario compilare la domanda di partecipazione (da scaricare sul sito internet www.teatrodelleforche.com, al link https://www.teatrodelleforche.com/.../premio-palma-cito.html) compresa della relativa lettera motivazionale che contenga una breve descrizione di sé e del proprio rapporto con l’arte scenica e che riassuma le proprie motivazioni per la partecipazione a questa esperienza artistica. La domanda di partecipazione, con i relativi allegati per ogni partecipante, potrà:
- essere consegnata a mano presso gli uffici del Teatro Le Forche, Via II SS Medici 106 - 74016 Massafra, entro e non oltre le ore 18,00 del 25 Ottobre 2021;
- inviata tramite posta con ricevuta di ritorno all’indirizzo Teatro Le Forche Via II SS Medici 106 - 74016 Massafra, in busta chiusa recante sul frontespizio la dicitura Proposta di Candidatura Premio “Teatro Scuola Cultura PALMA CITO – Città di Massafra” - XI Edizione 2021” entro e non oltre le ore 18,00 del 25 Ottobre 2021, farà fede il timbro postale;
- essere spedita in formato elettronico al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. recando come oggetto della mail la seguente dicitura: Proposta di Candidatura Premio “Teatro Scuola Cultura PALMA CITO – Città di Massafra” - XII Edizione 2021” entro e non oltre le ore 18,00 del 25 Ottobre 2021.
 
DOVE SCARICARE IL BANDO E IL FORM DI PARTECIPAZIONE
Sul sito www.teatrodelleforche.com, sezione PROGETTI, PREMIO PALMA CITO.
Link: https://www.teatrodelleforche.com/.../premio-palma-cito.html.
Per ulteriori informazioni: 0998801932/339.2460069.
 
Il Premio Palma Cito è un'iniziativa promossa dal Teatro Le Forche, nell'ambito del progetto PASSI SOSPESI, in collaborazione con: Fidapa - sez. Massafra / associazione Il Serraglio / associazione La Finestra / I.I.S.S. De Ruggieri / Lions Club Massafra-Mottola "Le Cripte"/ LEO CLUB Massafra-Mottola "Le Cripte" / parrocchia San Leopoldo Mandic / Rotary Club Massafra / Rotaract Club Massafra / Upgi Massafra / Associazione Helios
  • Creato il .
  • Visite: 164

Teatro delle Forche. All rights reserved.
Powered by Jackalope.it.