"Victor" di DispensaBarzotti il 10 Dicembre

victorweb

Liberamente ispirato a “Frankenstein” di Mary Shelley.
Per la stagione 2017/18 “Légami”, a cura del Teatro delle Forche, domenica 10 Dicembre, a Massafra, la compagnia DispensaBarzotti porta in scena “Victor”, spettacolo vincitore del Premio delle Giurie “Direction Under 30 2017” e progetto vincitore dei bandi “Strabismi 2017” e “Casa con vista Fringe 2017”.
Produzione DispensaBarzotti in collaborazione con “UOT_ Teatro alla Corte di Giarola”. Regia Alessandra Ventrella. Con Riccardo Calabrò, Consuelo Ghiretti e Rocco Manfredi. Luci e suono Alessandra Ventrella. Scene Rocco Manfredi.
Sipario ore 20.00, Teatro Comunale di Massafra (Piazza Garibaldi). Info e prenotazioni: 0998801932/3497291060. Costi biglietti: intero 10 euro / ridotto 8 euro (under 25, over 65, gruppi di almeno 8 persone).
«Due gambe spezzate tentano di alzarsi, i piedi cercano di sollevarsi da terra ma affondano nel pavimento. Gli occhi annebbiati stanno per cedere, mentre la luce continua ad entrare da una finestra che cola, goccia dopo goccia.
Tutto piange intorno a questo corpo, inondando una stanza.
Eppure Victor è ancora vivo, immerso in un acquario, come un pesce sul punto di morire in preda alle convulsioni.
C'è una creatura fradicia, di notte, che lo viene a trovare, riportandolo a galla. Meravigliosa evoca ricordi lontani o futuri mai realizzati, illudendolo di trovare riparo.
Le cose che lo tengono in vita sono le stesse che lo fanno sprofondare.
Victor osserva immobile il congelarsi del tempo da sotto lo strato di ghiaccio che lo imprigiona.
Qualcuno vada e appicchi il fuoco».
Lo spettacolo rientra nel primo movimento della stagione di teatro contemporaneo “Légami” 2017/2018 (progetto P.A.S.S.I.), a cura del Teatro delle Forche.

Compagnia DispensaBarzotti – Biografia

DispensaBarzotti nasce nel 2014 da Alessandra Ventrella (27 anni) e Rocco Manfredi (26 anni), entrambi diplomati alla Scuola Paolo Grassi di Milano.
Il loro primo spettacolo è “La Morte tifa Barbie” (finalista Premio Gianni Damiano per l'arte di strada 2015). A questo lavoro seguono “Homologia” (segnalazione speciale Premio Scenario 2015 e Finalsita In-box 2017), la creazione site-specific “Elogio del manichino” per Insolito Festival 2015 e lo spettacolo itinerante “Cosa sono le lucciole” per Insolito Festival 2016.
Nel 2017 creano lo spettacolo “Victor”, che debutta al Festival Direction Under 30 organizzato dal Teatro Sociale Gualtieri, aggiudicandosi il premio delle giurie.
Dal 2015 DispensaBarzotti conduce svariati laboratori di ricerca teatrale dedicati all’infanzia, collaborando con il Teatro delle Briciole di Parma, Associazione UOT_Unità di organizzazione teatrale e il Teatro Sociale Gualtieri.
La compagnia ha attualmente sede a Parma.
L'obiettivo che il duo si sta ponendo è quello di esplorare i meccanismi della magia teatrale; una ricerca che si interroghi su come funzioni l'attività percettiva e su che cosa sia la percezione: l'illusione e l'incanto, la meraviglia e l'inganno.

 

  • Creato il .
  • Visite: 1518

"Esilio" per il Premio Palma Cito

Esiliofoto2web 

La storia di un uomo come tanti al giorno d’oggi, un uomo che ha perso il suo lavoro.
Domenica 12 Novembre 2017, nell’ambito della nona edizione del Premio Teatro Scuola Cultura Palma Cito, la Piccola Compagnia Dammacco porterà in scena “Esilio”.
Sipario ore 20.00, Teatro Comunale “Nicola Resta” di Massafra (Piazza Garibaldi).
Spettacolo vincitore Last seen 2016 (miglior spettacolo dell’anno su KLP), Primo Premio al Festival Teatrale di Resistenza - Premio Cervi Teatro per la Memoria 2017, finalista al Premio Rete Critica 2016 e al Premio Cassino OFF 2017, spettacolo Selezione In Box 2017.
Con Serena Balivo e Mariano Dammacco. Ideazione, drammaturgia e regia Mariano Dammacco.
Con la collaborazione di Serena Balivo. Luci Marco Oliani. Cura dell’allestimento Stella Monesi. Foto di scena Pino Montisci. Con il sostegno di Campsirago Residenza e con la collaborazione di L’arboreto Teatro Dimora di Mondaino e di Associazione CREA/Teatro Temple, Associazione L’Attoscuro.
“Esilio” racconta la storia di un uomo come tanti al giorno d’oggi, un uomo che ha perso il suo lavoro. Quest’uomo, interpretato da Serena Balivo en travesti (seconda classificata al Premio Ubu 2016 nella categoria “Nuovo attore o attrice under 35”), insieme al suo lavoro, gradualmente perde un proprio ruolo nella società fino a smarrire la propria identità, fino a sentirsi abbandonato e solo seppure all’interno della sua città, fino a sentirsi finalmente costretto a chiedersi come e perché è finito in tale situazione. E così gli spettatori possono partecipare al goffo e grottesco tentativo di quest’uomo di venire a capo della situazione dialogando con se stesso, con la sua coscienza forse, con la sua anima o magari con le sue ossessioni.
Con drammaturgia originale e centrato sul lavoro d’attore, “Esilio” cerca di offrire a ogni spettatore una riflessione sul nostro presente e di creare una sorta di memoria dell’oggi. I linguaggi scelti sono quelli del surrealismo e dell’umorismo perché lo spettacolo possa offrire a ogni spettatore visioni della vita di tutti noi in una forma trasfigurata che ne evidenzi le contraddizioni e suggerisca qualche interrogativo su questo nostro modo di vivere.
Lo spettacolo, rientrante nel primo movimento della stagione di teatro contemporaneo “Légami” 2017/2018 (progetto P.A.S.S.I.), a cura del Teatro delle Forche, rappresenterà il cuore della serata in ricordo della professoressa Palma Cito, docente alla cui memoria è intitolato il Premio Teatro Scuola Cultura Palma Cito, organizzato dal comitato omonimo, finalizzata alla raccolta fondi e all’assegnazione della borsa di studio collettiva, che consentirà a quindici ragazzi la partecipazione gratuita al laboratorio teatrale intensivo che sarà condotto dall’attore, regista e pedagogo teatrale Mariano Dammacco, dal 13 al 17 Novembre, sempre nel Teatro Comunale di Massafra.
Domenica sera, inoltre, prima della messa in scena, alle ore 18.30, il Palazzo della Cultura ospiterà l’aperitivo d’apertura dell’edizione 2017 del Premio.
Info e prenotazioni: 0998801932/3497291060. Si consiglia di prenotare dato il numero limitato di posti. Biglietto intero 10 euro, ridotto 5 euro (per gli under 25).

  • Creato il .
  • Visite: 1962

Residenza Artistica 2017 con Elena Copelli

ElenaCopelli

 

«Da due anni porto avanti una ricerca sulla trasposizione del diario da forma scritta a forma performativa».
Così Elena Copelli, performer e coreografa protagonista della Residenza Artistica 2017 promossa dal Teatro delle Forche nel Teatro Comunale “Nicola Resta” di Massafra, racconta il suo progetto “Peep diary” (Diario Danzato).
«La mia ricerca – prosegue la Copelli - oltre che basarsi sulla parola che prende vita attraverso il corpo, vuole ricreare anche l’atmosfera che chi scrive e legge un diario sperimenta: l’intimità e la completa sincerità che sono alla base della nascita della scrittura diaristica. Questo mi ha portato a continuare una sperimentazione sull’utilizzo della luce che, fin dall’inizio del mio lavoro come artista, mi ha accompagnato, prima come unica protagonista e, in questo caso, come mezzo che permette una partecipazione attiva del pubblico all’atto performativo».
L’artista ha iniziato il suo percorso di ricerca attraverso due laboratori tenuti all’interno del roBOt Festival di Bologna nel 2014 e del Torino Fringe Festival nel 2015, e lo ha portato avanti a Mantova presso il Teatro Magro e a Lucca presso lo Spam, residenze che gli hanno permesso di definire chiaramente la struttura del lavoro performativo: lo spazio scenico, completamente oscurato, si trasforma in un immaginario contenitore di diari personali, dove il ricreare l’atmosfera di intimità e segreto è fondamentale. La scenografia è una pagina di diario che protegge il performer dagli sguardi indiscreti del pubblico, ma allo stesso tempo lo richiama e lo coinvolge all’interno di un gioco fatto di segreti e frasi sussurrate. Il pubblico, allo stesso tempo datore luci e regista, decide cosa vuole leggere e vedere della performance, illuminando lo spazio con la torcia del suo telefono.
Il suo lavoro di ricerca sta proseguendo in questi giorni di attraversamento a Massafra, con l’obiettivo di arricchire l’ossatura della performance, chiarirne gli intenti e definire chiaramente il percorso che intende far fare al pubblico.
E proprio con il pubblico della comunità che la ospita, la performer Elena Copelli, insieme a due suoi collaboratori, condividerà il suo lavoro domenica 15 Ottobre durante un incontro di avvicinamento alla performance, che vedrà il coinvolgimento diretto degli spettatori.
L’appuntamento è alle ore 20.00, nel Teatro Comunale di Massafra, sito in Piazza Garibaldi. L’ingresso è libero e gratuito.
A ciascuno dei presenti sarà chiesto, sempre in chiave performativa, un contributo sul lavoro, a partire dalla propria esperienza/ricordo di diario. Si condivideranno domande sulla forma e sui linguaggi multidisciplinari cercando di approdare a una comune ricerca di senso.
La performance “Peep Diary” di Elena Copelli debutterà all’ITC di Bologna (Teatro dell’Argine) nel mese di novembre.

  • Creato il .
  • Visite: 1133

Teatro delle Forche. All rights reserved.
Powered by Jackalope.it.