Clessidra VIII edizione, il 6 e 7 agosto a Taranto

 

È dedicata alla città di Taranto l’ottava edizione del progetto “Clessidra”, ideato e diretto da Erika Grillo e a cura del Teatro delle Forche, che si svolgerà venerdì 6 e sabato 7 agosto nella “Città dei due mari”.

L’edizione 2021 della rassegna di teatro dei luoghi comprende gli eventi teatrali PRIMA DELLA FUGA e NESSUN DESTINO È PER SEMPRE e l’iniziativa IPOTESI - Raccontare la città, due momenti di incontro e discussione, aperti alla cittadinanza, sulle possibilità dell'arte e della cultura di pensare e agire politicamente, raccontando la città, attorno a "Gli anni dello Straniero" di Alessandro Leogrande (Edizioni dell'asino, 2020), a cura di Lorenzo Donati in collaborazione con La Factory e Spazioporto, con giornalisti, studiosi e artisti, tra i quali Christian Raimo, Rodolfo Sacchettini, Massimo Marino, Francesco Brusa e Gianluigi Gherzi.

L’accesso agli eventi è consentito agli spettatori muniti di Green Pass (certificazione verde Covid-19 che attesti vaccinazione anti Covid-19 o tampone negativo nelle ultime 48 ore o guarigione dal Covid negli ultimi 6 mesi) e documento d’identità.

Per gli spettacoli posti limitati e acquisto biglietti esclusivamente online sul sito www.vivaticket.com. Costo biglietto per ciascun evento: 10 euro.

La partecipazione agli incontri è gratuita inviando una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

IL PROGRAMMA nel dettaglio:

- venerdì 6 agosto, il debutto di PRIMA DELLA FUGA, passeggiata teatrale itinerante nel quartiere Tamburi, alle ore 18.30, con partenza da Piazza Gesù Divin Lavoratore e arrivo in Piazzale Democrate. Produzione Teatro delle Forche, con gli attori-autori Giorgio Consoli, Andrea Dellai, Erika Grillo, Ermelinda Nasuto, Chiara Petillo e Fabio Zullino, e con i cittadini che hanno preso parte al laboratorio “Prima della fuga - Cantiere Taranto”, con il coordinamento artistico di Gianluigi Gherzi e Erika Grillo. Disegno luci, scenografie e allestimenti Walter Pulpito. Sonorizzazioni e allestimenti tecnici Vincenzo Dipierro.

Diamoci un appuntamento, incontriamoci, percorriamo luoghi inconsueti in orari insoliti.
Allarghiamo il processo di creazione artistica alla comunità che quei luoghi li abita. Co-progettiamo e co-creiamo l’opera teatrale ibridando i linguaggi, mischiando le voci, condividendo i passi.

Camminare insieme prima della fuga è un atto poetico e politico: dalle case rosse all’immensità blu del mare." (Erika Grillo)

Al termine della passeggiata teatrale, alle ore 22.00, in Piazzale Democrate, si terrà l’incontro: “Raccontare la città #1: Il teatro, le arti, il giornalismo, la politica oggi”, con Christian Raimo (giornalista, scrittore, insegnante) e Rodolfo Sacchettini (critico e studioso, Gli Asini e Lo Straniero);

- sabato 7 agosto, lo spettacolo NESSUN DESTINO È PER SEMPRE, in prima regionale, nella Masseria Carmine, alle ore 21.00.

Regia di Gianluigi Gherzi ed Erika Grillo. Drammaturgia Gianluigi Gherzi. Con gli attori-autori Giorgio Consoli, Andrea Dellai, Erika Grillo, Ermelinda Nasuto, Chiara Petillo, Fabio Zullino. Editing digitale e sonorizzazioni Vincenzo Di Pierro. Disegno luci e allestimenti Walter Pulpito. Riprese e montaggio video Valerio Cappelluti. Con i testimoni Vincenzo Fornaro, Raffaele Cataldi, Ignazio De Giorgio, Vincenzo Martini, Cataldo Ranieri, Marco Tomasicchio, Cosimo Bisignano, Walter Pulpito, Carmelo Fanizza, Amedeo Zaccaria.

Lo spettacolo è ideato e co-prodotto dal Teatro delle Forche, nell’ambito di Atlante degli Immaginari, progetto di innovazione culturale tra i territori italiani promosso da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, nato dall’incontro tra le città di Genova, Napoli, Taranto e Milano, con il sostegno di Fondazione Cariplo.

Un viaggio nella città di Taranto realizzato attraverso una serie di interviste sul campo e la produzione di nuovi materiali da parte degli attori-autori in rapporto al tema del lavoro.
Dalla fabbrica al mare, dai mestieri del passato a quelli del futuro, una domanda regge lo spettacolo sin dall’inizio: come e quando il lavoro si lega al destino personale e al destino di un’intera città? Destino-condanna o destino-invenzione?

Destino come scommessa aperta rispetto all’identità delle persone e della città del presente e del futuro: protagonismo, attivazione, scelta, re-invenzione. Nessun destino è per sempre.

Lo spettacolo sarà preceduto, con inizio alle ore 19.30, dall’incontro “Raccontare la città #2: il reportage, la non-fiction, il teatro documentario”, con Massimo Marino (giornalista e studioso, Doppiozero.com), Francesco Brusa (giornalista e studioso, Dinamopress e Altre Velocità), e Gianluigi Gherzi (regista e attore).

L’VIII edizione del progetto Clessidra - Teatro dei luoghi rientra in “Passi Sospesi”, progetto artistico del Teatro delle Forche, sostenuto dal fondo regionale “FSC 14-20: Patto Per La Puglia. Interventi Per la Tutela e Valorizzazione dei Beni Culturali e per la Promozione del Patrimonio Immateriale. Custodiamo la Cultura in Puglia 2021 - Misure di sviluppo per lo spettacolo e le attività culturali” e dal Comune di Massafra.

Direzione Artistica Teatro delle Forche Giancarlo Luce

Direzione Organizzativa Francesca Piccolo e Giancarlo Luce

Segreteria amministrativa e di produzione Claudia Fuggiano, Lilia Carucci e Francesca Greco

Progetto grafico Passi Sospesi Ivan Abbattista

Per la collaborazione alla produzione di NESSUN DESTINO È PER SEMPRE, grazie a: Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, AFO 6 - SpazioPorto, Jonian Dolphin Conservation, Ristorante “A Casa Vostra”, Cooperativa Mitilicoltori “Stella Maris”, “Masseria Carmine”.

 

  • Creato il .
  • Visite: 62

"Lapsus urbano - Il primo giorno possibile" dal 26 al 29 luglio

LAPSUSWEB

Il progetto “Clessidra – teatro dei luoghi” sbarca a Taranto, nella città dei due mari.
La settima edizione del progetto, ideato e diretto da Erika Grillo e a cura del Teatro delle Forche, è in programma dal 26 al 29 luglio 2020. E, in continuità con il percorso di ricerca artistica dello scorso anno, tenutosi nella località marina di Chiatona, incrocia ancora una volta il lavoro visionario del collettivo bolognese Kepler–452.
Nelle quattro date, sulla rotonda del lungomare Vittorio Emanuele III, andrà in scena “Lapsus urbano – Il primo giorno possibile”, una performance audioguidata che sarà replicata in più turni nella stessa serata e con un massimo di 40 spettatori a replica.
Regia Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio. Riadattamento site specific Erika Grillo. Organizzazione Michela Buscema. Supervisione musicale Bebo Guidetti.
Coordinamento e comunicazione visiva Alessandro Colazzo.
Con Giorgio Consoli, Andrea Dellai, Erika Grillo, Ermelinda Nasuto, Chiara Petillo e Fabio Zullino. Supervisione scenica Walter Pulpito. Supervisione tecnica Vincenzo Dipierro.
«Cosa vuol dire “incontrarsi” e fare teatro in tempi di distanziamento sociale?
Se davvero “la normalità era il problema” sarà possibile inventare una nuova normalità?
È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura?
E in una città come Taranto, al centro del cambio di paradigma “vocazione industriale Vs vocazione culturale” che peso assumono la parola ‘salute’ e la parola ‘lavoro’? E la parola ‘futuro’?!»
“Lapsus Urbano - Il primo giorno possibile” è una performance audioguidata. Parole scritte e registrate durante il lockdown, a distanza, non da soli.
Un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo.
Sulla rotonda del lungomare Vittorio Emanuele III a Taranto prenderanno corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia – la topografia della città futura coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra “La Tempesta” di Shakespeare e l’ “Utopia” di Tommaso Moro.
Posti limitati e acquisto biglietti online al link https://www.vivaticket.com/it/biglietto/lapsus-urbano-il-primo-giorno-possibile/150160. Costo biglietto 10 euro.
Date e orari delle repliche previste: domenica 26 luglio, doppia replica (primo turno ore 21.30, secondo turno ore 23.30); lunedì 27, martedì 28 e mercoledì 29 luglio, tripla replica (primo turno ore 19.30, secondo turno ore 21.30, terzo turno ore 23.30).

  • Creato il .
  • Visite: 329

"ALBERGHI. Una tremenda ostinazione" dal 1° al 4 agosto a Chiatona

locandina Progetto Clessidra 2019

Dal 1° al 4 Agosto 2019, ritorna a Chiatona (TA) il progetto “Clessidra” con il nuovo spettacolo teatrale itinerante ‘ALBERGHI. Una tremenda ostinazione’, prodotto dal Teatro delle Forche in collaborazione con Reset Chiatona, per la regia di Kepler-452 , Nicola Borghesi e Enrico Baraldi.
La Petite Fleur e l’Hotel Milano, hotel abbandonati da più di dieci anni, che insistono nella località marina, saranno i “luoghi speciali” dello spettacolo, che sarà replicato al tramonto e di sera, con inizio alle ore 19.00 e alle ore 21.30.
Il progetto “Clessidra”, che giunge quest’anno alla sua sesta edizione, è ideato e curato da Erika Grillo. Coordinamento e comunicazione visiva Alessandro Colazzo.
In scena dieci attori: Michele Bramo, Giorgio Consoli, Andrea Dellai, Daniela Delle Grottaglie, Valentina Foglianisi, Erika Grillo, Giuseppe Marzio, Giulia Mento, Ermelinda Nasuto, Chiara Petillo. E con la speciale accoglienza di Pasquale Sansone.
Disegno luci e scene Angelo Piccinni e Walter Pulpito. Sonorizzazioni e allestimenti Vincenzo Dipierro e Francesco Maggio.
"Pasquale ha ottantaquattro anni e vive da solo in un complesso di due hotel abbandonati da più di dieci anni. Uno si chiama La Petite Fleur e l’altro Hotel Milano. La piscina in mezzo ai due hotel è diventata uno stagno putrido e tutte le sere, al tramonto, le rane gracidano, mentre Pasquale le ascolta. Ovunque quadri, polvere, finestre dipinte, soprammobili, abbandono. E tanto, tanto Novecento.
Un giorno un gruppo di attori arriva nel grande albergo e bussa alla porta, Pasquale apre. Comincia così una frequentazione, un incontro, un’amicizia. Il tentativo di parlarsi tra persone che non era previsto si incontrassero e che invece hanno speso molto tempo insieme, mangiando, raccontando, provando uno spettacolo teatrale, che avverrà lì, dentro i due alberghi abbandonati, che un tempo sono stati il principale luogo di festa, concerti, danze, lusso di Chiatona.

Leggi tutto: "ALBERGHI. Una tremenda ostinazione" dal 1° al 4 agosto a Chiatona

  • Creato il .
  • Visite: 492

Incontro pubblico "IPOTESI. Il teatro, i luoghi, la comunità" il 9 Giugno

ipotesi19

Il teatro che esce dai teatri e si approssima a spazi aperti.
Se ne parlerà domenica 9 giugno, a Chiatona (TA), in occasione dell’incontro pubblico ‘Ipotesi. Il teatro, i luoghi, le persone’, organizzato dal Teatro delle Forche in collaborazione con l’associazione Reset Chiatona, nell’ambito della VI edizione del progetto Clessidra - ‘il teatro a partire dai luoghi’.
Un incontro, un’occasione in cui approfondire il teatro che esce dai teatri e si approssima a spazi aperti, cercando una relazione con questi che sia drammaturgica; di necessità e non solo di "occasione".
Il teatro che non è solo dei teatranti, ma dei teatranti insieme con altri 'pezzi di mondo': architetti, urbanisti, fotografi, designer, ma soprattutto gli abitanti, le persone, insomma la comunità tutta.
Un teatro che trova così forza e visioni per esplodere in zone ancora sconosciu-te, dentro codici e linguaggi contaminati dal mondo, ma che a quel mondo sanno restituire visione e forza poetica.
Un processo creativo che unisce lavoro personale e lavoro collettivo, ricerca artistica e significato culturale e politico del proprio agire.
Una pratica artistica che coinvolge attori professionisti e non attori, che anima le periferie e coinvolge ‘i non addetti ai lavori’.
All’incontro interverranno: Lorenzo Donati, critico di ‘Altre Velocità’; Nicola Borghesi ed Enrico Baraldi, attori e registi teatrali della compagnia KEPLER-452; Erika Grillo, direttore artistico del progetto ‘Clessidra’; Giancarlo Luce, direttore artistico del Teatro delle Forche; Andrea Santantonio, direttore artistico di IAC - Centro Arti Integrate.
Appuntamento, alle ore 11.00, in Via degli Anemoni 1. Ingresso libero.

L'iniziativa rientra tra le azioni di audience development del progetto "P.A.S.S.I." (Progetto, Arte, Spettacolo, Scoperta e Innovazione nella Terra delle Gravine), progetto artistico triennale 2017/19 a cura del Teatro delle Forche, in ordine all’avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche – Patto per la Puglia – FSC 2014/2020 – Area di intervento “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali”. 

  • Creato il .
  • Visite: 586

Al via oggi a Chiatona "LIDI. La festa perfetta"

festaperfettaweb

Dal 3 al 7 Agosto 2018, a Chiatona (Massafra – TA), il Teatro delle Forche in collaborazione con Reset presenta ‘LIDI. La festa perfetta’, il nuovo spettacolo teatrale itinerante del progetto “Clessidra”.
Regia di Gianluigi Gherzi e Fabrizio Saccomanno. In scena dieci attori: Giorgio Consoli, Daniela Delle Grottaglie, Alessandra Gigante, Erika Grillo, Cesare Gurrado Pastore, Giulia Mento, Ermelinda Nasuto, Chiara Petillo, Elisabetta Sbiroli e Fabio Zullino.

«“Lidi. La festa perfetta” – spiegano Gherzi e Saccomanno - è spettacolo che interroga la dimensione della vacanza, della spiaggia, del divertimento. Vive, attraverso l’agone degli attori/performer, il sogno di un tempo liberato dalla fatica, dagli impegni, dai fastidi, da ogni senso di fallimento e inadeguatezza personale. Per ogni personaggio la spiaggia, la sua sabbia, le sue cabine saranno il luogo dove inventarsi una nuova identità, dove diventare presenza magnetica e corpo perfetto, dove dimostrare di essere degno di essere ammesso alla festa perfetta.
“Lidi” è spettacolo popolato da una folla di personaggi ingenui e disperati, stralunati e grotteschi, animati dalla volontà di condividere con il pubblico il sogno di un giorno e di una notte magica, dove tutto sarà possibile, e la vita un gioco sfrenato».

Repliche di sera e notte, con inizio alle ore 21.00 e alle 23.00. Replica speciale all’alba domenica 5 Agosto, alle ore 4.30. Ticket d’ingresso: 10 euro.
La prenotazione è obbligatoria in quanto il “luogo speciale” prevede, necessariamente, un numero limitato di spettatori. Raduno in Piazzale Tarassaco, vicino all’ingresso del “Lido Impero”, trenta minuti prima dell’inizio dello spettacolo.
Per info e prenotazioni:
- mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – sms: 349 7291060 - web: www.clessidrateatro.it.

«Clessidra per la sua quinta edizione - sottolinea Erika Grillo, ideatrice dell’iniziativa - approda nell’ edificio storico del Lido Impero. Matrice insediativa della località balneare di Chiatona sin dagli anni ‘30, lo stabilimento balneare è stato ed è tuttora luogo simbolo dello svago, della vacanza, ma anche della relazione e dell’incontro. Un’ agorà contemporanea inedita e singolare, passerella e palcoscenico di un’umanità tutta da scoprire.
Diretti da Gherzi e Saccomanno, attori, scenografi, illuminotecnici, architetti, urbanisti, approfondiscono assieme alla comunità tutta, il tema di questi luoghi a partire dalla stagione balneare.»

“Clessidra” rientra nel progetto “P.A.S.S.I.” (Progetto, Arte, Spettacolo, Scoperta e Innovazione nella Terra delle Gravine), progetto artistico triennale 2017/19 a cura del Teatro delle Forche, in ordine all’avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche – Patto per la Puglia – FSC 2014/2020 – Area di intervento “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali”.
«Un’importante sezione del progetto “P.A.S.S.I.” – evidenzia il direttore artistico del Teatro delle Forche Giancarlo Luce – è riservata alle rassegne di teatro dei luoghi, come “Clessidra” e “Passi Segreti”, con l’obiettivo di innescare processi di valorizzazione e promozione territoriale».

Coordinamento e comunicazione visiva Alessandro Colazzo. Coordinamento tecnico Walter Pulpito. Tecnico Vincenzo Di Pierro. Scenografie e allestimenti Mino Notaristefano.
Installazione fotografica “Aperture 1.0” Frammenti ai margini di un archivio fotografico a cura di Isolab, in Via del Giglio di Mare. Installazione artistica “Radici - realtà” a cura di Reset Chiatona, nel punto di accoglienza del pubblico.

  • Creato il .
  • Visite: 717

Teatro delle Forche. All rights reserved.
Powered by Jackalope.it.