"OEDIPUS REX" al Teatro Comunale di Massafra il 13 febbraio

Felici di aprire la Stagione di Prosa 2022 del Comune di Massafra e Teatro Pubblico Pugliese con lo spettacolo OEDIPUS REX - EDIPO RE di Sofocle.
Una produzione Teatro delle Forche. Con Giancarlo Luce, Vito Latorre, Salvatore Laghezza, Antonio D’Andria, Onofrio Fortunato.
Regia CARLO FORMIGONI. Scenografia Mariella Putignano. 
“Oedipus Rex: il dramma della colpa. Ma si è colpevoli se la colpa è involontaria? Siamo noi responsabili delle colpe dei padri? Come dobbiamo intendere il destino? Possiamo sfuggire ad un destino avverso? Oedipus chi rappresenta? Che sia come dice il poeta visionario T.S. Eliot: “Non può avere futuro chi ha ucciso il passato”. Oedipus vuole sapere la verità, vuole conoscere se stesso. Questo lo richiedono i classici greci come la moderna psicanalisi invitandoci così a scoprire l’Oedipus nascosto in noi. Può forse la consapevolezza di se stessi aiutarci ad evitare future sciagure? Tante domande alle quali Sofocle suggerisce altrettante risposte.”
Domenica 13 febbraio, Massafra (TA) - Teatro Comunale 'Nicola Resta' (Piazza Garibaldi).
Porta ore 19.30. Sipario ore 20.00.
Prenotazione obbligatoria al numero 3246103258.
Ticket intero 8 euro / ridotto 5 euro.
I biglietti ridotti saranno concessi esclusivamente agli abbonati agli spettacoli al Teatro Spadaro, ai giovani fino ai 25 anni, alle persone di oltre 65 anni, ai giornalisti iscritti all’ODG Puglia, ai possessori di Carta Più La Feltrinelli, ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia e Capitanerie di Porto Puglia, ai soci Touring Club Italiano, agli associati FITA Puglia, ai soci FAI e ai gruppi di 10 persone organizzati dalle Associazioni Culturali e dai Circoli Aziendali riconosciuti.
Accesso con Green Pass, valido secondo le normative vigenti, e con mascherina FFP2.
  • Creato il .
  • Visite: 115

“Medea, Desír” di Astragali Teatro martedì 14 dicembre chiude "Tessiture"

Con lo spettacolo “Medea, Desír” della compagnia Astragali Teatro, in programma domani, martedì 14 dicembre 2021, al Teatro Comunale “Nicola Resta” di Massafra (Piazza Garibaldi), cala il sipario sulla rassegna "Tessiture – Stagione delle Residenze", a cura del Teatro delle Forche, nell'ambito del progetto di Residenze Artistiche Artisti nei Territori "Bildungsroman 2021" (Ministero della Cultura / Regione Puglia).

Scrittura e regia Fabio Tolledi. In scena Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Matteo Mele e Samuele Zecca. Suoni Mauro Tre. Luci Sandrone Tondo.

Ingresso ore 20.30. Sipario ore 21.00. Info: www.teatrodelleforche.com; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..  Prenotazione obbligatoria al numero 3246103258. Ticket 5 euro.

“Abbiamo accolto la figura di Medea e delle sue numerose interpretazioni nei secoli. Il punto da cui siamo partiti sono le parole di Christa Wolf e di Adriana Cavarero, e ancora di Hanna Arendt e Judith Butler.

Queste scritture dense e immaginifiche si annodano, ora, alla parola poetica. L’azione teatrale accade all’interno di un banchetto nuziale. Sarcasmo di ogni festa. L’amore, la gelosia, la passione, il rancore, il desiderio si rincorrono in un tempo curvo. Non è più possibile distinguere passato, presente e futuro. Tutto è intrecciato. E il desiderio si sfibra dinnanzi alla sete di potere.

Medea/Madre cerca di sfuggire all’insulto della Storia che l’ha voluta per secoli fissata nell’orrore dell’infanticidio. La sua sola possibilità sta nel riannodare le storie, lo sguardo che ridona al mondo una poetica resistenza. La resistenza dell’amore - ancora una volta - svia il potere e la sua misera insaziabilità. Sarcasmo di ogni festa. Venite a questo banchetto, riconoscete l’odore della festa, Mater Medea vi invita a resistere dentro il desiderio.”

 Durata 70 minuti. Accesso consentito ai possessori di super green pass.

  • Creato il .
  • Visite: 353

Teatro delle Forche. All rights reserved.
Powered by Jackalope.it.