Come tu mi vuoi

da due racconti di Tommaso Pincio e Christian Raimo                    

regia Giancarlo Luce

con Giancarlo Luce e Ermelinda Nasuto

costumi Mariella Putignano

ideazione luci Franz Catacchio

segreteria di produzione Francesca Piccolo 

 

Due racconti, due storie, due monologhi si direbbe, per ri-portare nell’alveo della finzione teatrale la mancanza di direzione, di programma, o l’espropriazione di un destino.

Lei trentenne e lui cinquantenne si raccontano al pubblico a partire dal lavoro che fanno o dalla ricerca di questo.

Ne viene fuori una fotografia dell’attualità delle vite dei molti tragica, a volte comica, e tuttavia apparentemente normale tranne che per le derive alle quali può condurre. 

Entrambi corrono sulla scena e nella vita rasentando follia e smarrimento, perfettamente consci che quella è la condizione di “normalità”, incapaci di immaginare una via d’uscita diversa da quella che sembra piombargli addosso come una valanga  e dalla quale sembra impossibile uscirne.

È l’attuale condizione di malessere della maggioranza. Di coloro che vivono correndo sui bordi delle grandi arterie della società tra impedimenti e ostacoli, tra omissioni, frasi tronche che tolgono il respiro in tempi di prospettive schiacciate, secondo un ritmo affannato e contagioso che dà forma alla nientificazione.

Precari nel lavoro e nell’identità, orfani di un aggregato sociale capace di dar vita a relazioni di subordinazione, dominio e costrizione, attoniti ed incapaci di prevedere la condizione futura di chi, come loro, lavorando, vedrà una forma ancora diversa in cui questo sistema sociale sarà stato capace di declinarsi.

 

{imageshow sl=3 sc=4 /}

Video promo: https://vimeo.com/258056884.

 

 

 

 

 

 

  • Creato il .
  • Visite: 1671

Teatro delle Forche. All rights reserved.
Powered by Jackalope.it.