Skip to main content

IL VIAGGIO DEI BAMBINI-Ballata per la Katër i Radës in scena il 27 marzo

𝗠𝗲𝗿𝗰𝗼𝗹𝗲𝗱𝗶̀ 𝟮𝟳 𝗺𝗮𝗿𝘇𝗼 appuntamento conclusivo - per quanto concerne il Teatro Comunale "N. Resta" - della stagione organizzata dall'𝗔𝘀𝘀𝗲𝘀𝘀𝗼𝗿𝗮𝘁𝗼 𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗖𝘂𝗹𝘁𝘂𝗿𝗮 𝗱𝗲𝗹 𝗖𝗼𝗺𝘂𝗻𝗲 𝗱𝗶 𝗠𝗮𝘀𝘀𝗮𝗳𝗿𝗮 in collaborazione con il 𝗧𝗲𝗮𝘁𝗿𝗼 𝗣𝘂𝗯𝗯𝗹𝗶𝗰𝗼 𝗣𝘂𝗴𝗹𝗶𝗲𝘀𝗲.
𝗙𝗮𝗰𝘁𝗼𝗿𝘆 𝗖𝗼𝗺𝗽𝗮𝗴𝗻𝗶𝗮 𝗧𝗿𝗮𝗻𝘀𝗮𝗱𝗿𝗶𝗮𝘁𝗶𝗰𝗮 porta in scena uno spettacolo sulla tragedia del mare di Otranto del 1997.
 
𝑰𝑳 𝑽𝑰𝑨𝑮𝑮𝑰𝑶 𝑫𝑬𝑰 𝑩𝑨𝑴𝑩𝑰𝑵𝑰 - 𝑩𝒂𝒍𝒍𝒂𝒕𝒂 𝒑𝒆𝒓 𝒍𝒂 𝑲𝒂𝒕𝒆̈𝒓 𝒊 𝑹𝒂𝒅𝒆̈𝒔
di Giorgia Salicandro
regia Tonio De Nitto
con Sara Bevilacqua e Riccardo Lanzarone
musiche composte ed eseguite dal vivo da Redi Hasa
coro Daniela Belishova, Diana Doci, Irma Duka, Meli Haideraj, Dori Ngresi, Lindita Ngresi, Hildebrand Nuri, Ladi “Aldo” Rista, Bledar Torozi
costumi Lilian Indraccolo
scena Egle Calò
luci Davide Arsenio
sound designer Graziano Giannuzzi
 
con il sostegno del Garante regionale dei Diritti dei minori - Regione Puglia e il patrocinio dell’Ambasciata d’Albania in Italia
si ringrazia il Polo Biblio Museale di Lecce, Ama Accademia Mediterranea dell’attore, Teatro Excelsior Carmelo Bene di Campi Salentina
 
Le storie di due “bambini del 1997” si rincorrono e si intrecciano nelle voci di Elvis e Lindita, partiti dal Sud dell’Albania per mettersi in salvo dall’impazzimento di un Paese in preda alla guerra civile e dal rapido precipitare degli eventi. Palazzi pubblici divelti mattone dopo mattone, il crac finanziario, i kalashnikov con cui si spara, la fuga, il viaggio che ricorda quello di Pinocchio nella pancia di una balena. Elvis e Lindita, bambini del ’97 sono tra i protagonisti delle cronache giornalistiche della tragedia della Katër i Radës - le cui tracce reali si intersecano all’opera di invenzione.
 
Divengono qui l’occhio attraverso cui guardare questa storia, simbolo catartico del primo grande naufragio del Mediterraneo con cui non abbiamo ma finito di fare i conti.
 
Lambisce il racconto il mito di Kuçedra, evocato da un coro di uomini e donne albanesi, il mostro acquatico simbolo del caos primordiale, nemico dell’umanità, protagonista di molte leggende albanesi – il quale torna nelle narrazioni di ogni tempo nelle vesti di Drago, Leviatano, essere demoniaco - e del Dragùa, il bambino eletto, nato per combattere e sconfiggere Kuçedra.
 
Attraverso l’incastro tra cronache e leggende, biografie e storie collettive le vicende dei passeggeri della Katër i Radës vengono riportate alla luce e al contempo trascese: gocce nel mare dell’eterno cammino dell’umanità, nella necessità di un approdo sulla terraferma, in salvo dal “mostro”.
 
Porta ore 20.30 - Sipario ore 21
Teatro Comunale “N. Resta” in Piazza Garibaldi a Massafra (TA)
Biglietti in vendita online al link tinyurl.com/mpe4sprb, nei punti vendita Vivaticket, al 324.610.3258 e presso l’Info Point di Massafra (Piazza Garibaldi - 099.8804695/338.5659601 - dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.30)
Posto unico - intero € 10 / ridotto € 8
I biglietti ridotti saranno concessi esclusivamente ai giovani fino ai 25 anni, alle persone di oltre 65 anni, agli abbonati agli spettacoli del Teatro Spadaro, ai giornalisti iscritti all’ODG Puglia, ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia e Capitanerie di Porto Puglia, agli associati FITA Puglia e ai gruppi di 10 persone organizzati dalle Associazioni Culturali e dai Circoli Aziendali riconosciuti.
Il Botteghino del Teatro Comunale sarà aperto a partire da un’ora prima dello spettacolo.
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook: Teatro Le Forche

Instagram: teatrodelleforche

  • Creato il .
  • Visite: 115